Preparare dolci per gli altri ed i suoi benefici psicologici

In questa vita frenetica, è difficile trovare il tempo per cucinare, soprattutto se stai devi dar da mangiare ad un’intera famiglia. Certo, cuocere per le altre persone può essere divertente, ma cucinare i pasti può sembrare più un lavoro ingrato. Le persone sono sempre alla ricerca di modi per rendere più facile integrare la cucina nei loro programmi fitti di impegni, ed è per questo che la popolarità di ricette semplici come cene con un solo piatto e ricette con pochi ingredienti è aumentata vertiginosamente.

Le ricette facili possono aiutare, ma forse quello che ci è mancato per tutto questo tempo è una vera ispirazione. Perché si scopre che cucinare, specialmente quando è fatto per gli altri, porta dei benefici psicologici positivi. E questi effetti positivi potrebbero essere sufficienti per portarci in cucina.

Cucinare per gli altri è un gesto altruista, ma non solo.

Fare qualcosa per un’altra persona, come cucinare per loro, è una forma di altruismo. E l’altruismo può far sentire le persone felici e connesse agli altri .

“C’è un’enorme aumento di fiducia e di autostima, in un atto come quello di cucinare per gli altri”, ha spiegato Julie Ohana, un’assistente sociale e terapeuta culinaria . “E questo fa parte di ciò che si presta a quegli effetti psicologici sull’essere in grado di fare qualcosa per cui ti senti davvero bene.”

Ma quando si tratta di cucinare c’è quest’altro elemento di nutrire effettivamente qualcuno, che è necessario per la sopravvivenza, che entra in gioco. Cucinare per gli altri è nutrimento, è sostentamento, aiuta a mantenerli in vita.

La cucina è una forma di nutrimento.

“Dare agli altri ci riempie in tanti modi”, ha spiegato Michal AviShai, un terapeuta di arti culinarie che ha un master in terapia artistica presso il Lesley College. “E lo è ancora di più quando si cucina perché l’alimentazione soddisfa un bisogno di sopravvivenza, e così il nostro senso di appagamento deriva non solo dal bene dell’atto di dare, ma anche dal fatto che abbiamo aiutato”

Cucinare per gli altri aiuta anche a legarci ai nostri cari e ai nostri simili. Michael Pollan ha detto : “Cucinare ci ha dato il pasto e il pasto ci ha dato la civiltà”. E sentirsi in contatto con gli altri può avere grandi effetti, come vivere una vita più lunga e più la felice.

Cucinare può creare legami.

Se cucini per qualcuno, anche se non sono presenti mentre lo fai, può assolutamente portare un senso di vicinanza nel fatto che stai esprimendo il tuo amore e la tua cura per qualcuno

“È un’attività molto intima. E fornendo loro qualcosa di cui hanno potenzialmente bisogno, stai davvero mostrando loro che hanno il tuo amore, il tuo sostegno, e questo è il tipo di cosa che davvero promuove il benessere, la crescita positiva e la vicinanza nelle relazioni ”

E creare relazioni e sostenerle è una parte cruciale per condurre una vita fiorente . Proprio come con il cibo e l’acqua, per gli esseri umani creare relazioni è uno dei nostri bisogni fondamentali. E cucinare per gli altri ci aiuta a costruire e rafforzare quelle relazizoni.

“Cucinare per gli altri crea e afferma un legame primario. Può quindi essere un atto molto appagante e significativo “, Ayelet Barak Nahum, terapeuta dell’arte culinaria con un dottorato di ricerca. dalla scuola di lavoro sociale Bob Chapell dell’Università di Tel Aviv, ha detto, “Cucinare può fornire un mezzo per l’accettazione sociale e creare un sentimento di appartenenza a una comunità”.

La cucina è una forma di cura personale.

L’atto di cucinare per te stesso e di dedicare del tempo a nutrire il tuo corpo è significativo.

“C’è un elemento auto curativo in cucina”, afferma Nedra Shield, un assistente sociale clinico indipendente autorizzato presso il Northampton Center for Couples Therapy . “Se cucini buon cibo per te stesso o cose che ti fanno sentire bene, cucinare può letteralmente essere curativo per te stesso ed è importante.”

Pensaci: non solo cucinare da solo ti aiuta a mangiare più sano, ma ti invia anche il messaggio che sei importante.

Cucinare può anche aiutare ad aumentare l’autostima e la fiducia.

“Quando lavoro con bambini con difficoltà sociali, ho visto che cucinare può contribuire ad aumentare la loro autostima meravigliosamente”, ha condiviso AviShai. E la fiducia è una parte importante della cura di sé .

La cucina è una pratica di consapevolezza.

Ormai la maggior parte di noi ha sentito parlare delle meraviglie dell’inclusione della consapevolezza nelle nostre vite. I benefici derivano dal miglioramento della concentrazione per ridurre lo stress e incoraggiare uno stile di vita sano. “Ci sono tonnellate di prove che la consapevolezza è positiva per la tua salute mentale”, condivide Shield.

“Quindi se stai cucinando in modo consapevole, può essere estremamente terapeutico. E cucinare è uno di quei compiti in cui può incoraggiarti a concentrarti davvero “, ha spiegato Shield.

Cucinare e distrarsi non vanno bene insieme. Se perdi la concentrazione, le cose possono facilmente andare storte: ti allontani per un minuto e puoi bruciare le cipolle, rispondi al telefono e l’acqua della pasta può traboccare.

Cucinare può fare di più che aiutarci a praticare la consapevolezza, può anche aiutarci a stabilire relazioni significative – non solo con le persone con cui cuciniamo, ma anche con le persone del nostro passato.

Ohana spiega: “Il tempo trascorso in cucina si presta ad essere introspettivo. Tutti i sensi sono legati a un’esperienza culinaria e la memoria è collegata all’olfatto. Quando sei in cucina e stai cucinando qualcosa, può affiorare il ricordo di un piatto che hai mangiato con i tuoi nonni. Le persone sono facilmente richiamate a quei ricordi mentre cucinano, e ci sono molti di questi ricordi. Ecco perché la cucina può essere particolarmente terapeutica. ”

Ricollegarsi a quei ricordi, soprattutto se felici, può essere estremamente positivo. Alcuni scienziati sospettano che potrebbero essere abbastanza potenti da essere usati come trattamento efficace per la depressione .

“Questa è una delle cose interessanti della cucina, è che se guardi tutti i benefici psicologici, c’è un effetto cumulativo: è prendersi cura di sé, è prendersi cura degli altri, è cura fisica, è consapevolezza, e riesce a soddisfare i bisogni primari per te stesso e gli altri. “, riassume Shield.

La cucina ci unisce e continua a creare comunità – e con la comunità arriva il piacere delle relazioni e la felicità. Ora tutto ciò che devi fare è trovare il tempo di cucinare nella tua vita frenetica, ma almeno hai tutte le motivazioni che ti serviranno.

scegli tra i migliori prodotti per dolci

visita lo shop online

Lascia un commento